I miei consigli sulle perle di Naxos - Grecia Vera

I miei consigli sulle perle di Naxos

Le gemme di Naxos sono sul lato est dell'isola.

Se dovessi riassumere la bellezza vera di Naxos, quella autentica e raccontarti in una frase quali siano le esperienze che ti consiglio, questa sarebbe.

Naxos non è quella che pensi, è molto di più.

E' una di quelle isole che ti servirebbe un mese per esplorare davvero come si deve facendo due chiacchiere coi locali.

Per questo ho condensato qui tutte le mie raccomandazioni per vivere l'esperienza autentica a Naxos, quella da Grecia Vera.

Non perdiamoci in chiacchiere che abbiamo davvero molto terreno da coprire.

Indice

Cosa ti consiglio di vedere a Naxos

Qui logicamente non ti consiglio quello che già fanno tutti, tipo andare alla Chora alta e bla bla bla. Boring.

In questa sezione ti consiglio i luoghi da vedere tra quelli che pochi o nessuno conoscono. Perché, diciamoci la verità, la maggior parte dei testi che trovi su internet sono semplicemente triti e ritriti di altri che sono stati semplicemente alla Chora e alle spiagge più famose di Naxos.

Anyway. Queste sono tre gemme che non puoi perderti.

Apollonas

A nord est dell'isola si trova una delle baie più belle di tutta Naxos, quella di Apollonas.

Apollonas è un paesino tranquillo che non so come mai non sia più sviluppato dal punto di vista del turismo. O forse lo so il perché: sarà l'ora abbondante di macchina tra curve sulla strada tortuosa che proviene dalla Chora che sconsiglia vivamente di andarci.

Meglio così, forse. Perché Apollonas è una gemma solo per chi vuole conoscere davvero Naxos. Ovviamente ti consiglio di andarci al mattino essendo esposta sul lato est dell'isola. Fare colazione qui non ti deluderà.

E già che ci sei, ti prego in ginocchio di andare a vedere il kouros di Apollonas, accessibile da poco sopra la strada che arriva dalla Chora. E' il blocco di una statua mai estratta che si pensa dovesse essere scolpita con le fattezze di Dioniso. E' qualcosa di a dir poco impressionante a livello di scala (alta circa 10m). Una di quelle cose a due metri dalla strada che però nessuno va a vedere.

Il kouros di Apollonas

Lionas

Dopo che hai fatto colazione ad Apollonas, prosegui sulla strada del lato nord est dell'isola, risali verso il monte Za e poi scendi sui tornanti che portano a Lionas.

So che mi prendi per pazzo probabilmente, ma se ci fosse solo un posto che consiglierei di vedere a Naxos è questo.

Lionas è un porticciolo con un paese che davvero non si capisce come e perché sia sopravvissuto.

Fare rifornimento deve essere un incubo, andare alla Chora significa farsi quasi due ore di macchina in mezzo ai tornanti, insomma davvero non pare esserci motivo.

Eppure c'è. Le acque cristalline della baia e quella scaletta che scende verso il paradiso sono uno dei veri motivi per venire a Naxos.

Trust me.

Altri kouros

Come ultimo suggerimento su cose da vedere, ti consiglio anche gli altri due kouroi (letterlamente ragazzi, perché tante statue del periodo arcaico trovate qui hanno questa forma) che trovi entrambi a Melanes.

Al primo ci arrivi quasi praticamente in macchina e peraltro è in un'area riparata dagli alberi. Al secondo, invece, quello di Faràgi, devi farti un po' di strada a piedi e salire un pochino.

La vista che ti troverai davanti sulle cave di marmo di Naxos ti ripagherà in ogni caso.

Esperienze che ti consiglio per Naxos

Ora passiamo alle esperienze per godersi Naxos come un locale. Alcune richiedono tempo, per quello sono cose da locali.

Prenditi il tempo che devi, perché Naxos lo merita.

Moutsouna

Ancora una volta, la costa est di Naxos. Te l'avevo detto all'inizio della pagina.

Moutsouna è il paese che trovi scendendo dopo una ventina di minuti di tornanti da Apeiranthos.

E' un porto delizioso a dir poco. Infatti l'esperienza qui sta nell'arrivare, parcheggiare e andarsi a prendere un caffè a uno dei tre bar che sono praticamente sul molo.

E godersi il suono del mare, quel silenzio pieno di significato con tanto di freddo espresso ad accompagnarti.

Questa è la sintesi del relax, I promise.

Guidare sull'altipiano interno di Naxos

Questa esperienza è forse una cosa più personale, ma io amo guidare nell'altipiano che si trova nella parte centrale dell'isola, quella verso la torre Bazeos per intenderci.

Non c'è molto da vedere qui a parte una quintalata di ruderi e chiese paleocristiane, però è bello andare in giro per quelle dolci colline. Soprattutto se hai la fortuna di venirci in primavera, i campi sono verdi, rigogliosi, il grano sta crescendo, capisci davvero la generosità di quest'isola.

Ah, già che sei da queste parti, devi visitare il Tempio di Demetra, con annesso museo da poco ristrutturato. Si lo so, in mezzo al nulla ma una gemma assoluta di Naxos.

Manco a dirlo, qui non ci viene quasi nessuno perché è distante dalla Chora. E meglio così, ce lo godiamo noi.

Il tempio di Demetra

Kalantos

Il porto di Kalantos è un altro punto di domanda. C'è anche una spiaggia qua, che però non è la fine del mondo a mio modo di vedere.

Però venire a Kalantos, dove non viene davvero nessuno, è un'esperienza in se. Qui ho visto degli aironi, per dire. Nemmeno pensavo che passassero da questi climi così caldi. Il microclima che si sviluppa qui però, è del tutto particolare. Da qui puoi andare in nave a Iraklia, volendo.

Ci sono due modi per arrivare alla fine del mondo di Naxos (cioè a Kalantos):

  • In auto, partendo da Filoti e salendo fino a uno dei monti più alti di Naxos, per poi riscendere su una strada che è talmente poco battuta che gli animali al pascolo se ne sono impadroniti. Nonostante cavalli, muli e capre, la strada è in ottimo stato: troverai un paio di tratti di sterrato ma non avere paura, anche quelli sono ben tenuti.
  • A piedi (o con una bici da off-road) facendo il sentiero che da Agiassos costeggia la parte sud ovest dell'isola. Sono circa 12km ma praticamente piatti, quindi fattibilissimi. Attenzione solo alla stagione perché il sole picchia forte in estate.

Damarionas

A Damarionas trovi due dei gioielli della corona di Naxos:

Più locale di così, si muore.

Halkio

Se giri un po' per l'isola, ti troverai a passare da Halkio più e più volte perché è proprio in un luogo nevralgico per il traffico dell'isola.

A Naxos tutte le strade portano ad Halkio.

Già che ci sei, quindi, devi fare una tappa e vedere la distilleria tradizionale di Kitron. Compatibilmente con lo spazio che la tua valigia ti consente, comprane un po'.

Attenzione che c'è questa credenza per cui solo perché si chiama kitron (stessa radice di citrus, ovvero cedro), esso sia molto simile al limoncello. Non c'è cosa più distante dalla realtà. Il kitron non ha nulla a che vedere col limoncello perché è estratto dalle foglie, non dai frutti, pur essendo un ottimo digestivo anche lui.

Venerdì santo Kastraki

Se sei a Naxos durante il weekend pasquale, e sai bene quanto io consigli sempre di andare in Grecia nel periodo di Pasqua, allora non devi assolutamente perdere la cerimonia del venerdì santo a Kastraki.

Dirigiti presso la Panagia Grigorousa nel pomeriggio tardo (attorno alle 5) e goditi i locali che portano in mare l'epitaffio. Una di quelle esperienza davvero ultra locali. Qui i turisti non ci sono proprio.

Il venerdì santo a Kastraki

Camminare a Naxos

Man mano che ritorno a Naxos di tanto in tanto, una delle cose che faccio sempre è aggiungere un nuovo sentiero al portfolio di quelli naxioti. Come sempre, ti consiglio di non fare camminate né a luglio né tantomeno ad agosto perché fa troppo caldo. A meno che tu non parta prestissimo alla mattina e finisca prima delle 10, dopo davvero rischi un'insolazione.

Anyway, ci sono alcune camminate specifiche che ti suggerisco per godere di panorami che tipicamente nessun altro ha il tempo di vedere, nel dettaglio:

  • Ascesa al monte Zas: questo è il punto più alto di tutta Naxos e da qui avrai a disposizione una vista a dir poco fantastica. A ovest, vedrai l'aeroporto, la Chora, Paros e praticamente tutta la pianura di Naxos. A nord la catena montuosa marmorea per cui Naxos è famosa, compresi il villaggio di Apeiranthos e Filoti. A est e sud vedrai Donoussa, Amorgos, Keros, Ano e Kato Koufonissi, Schinoussa e Iraklià. Una gioia per gli occhi. Attenzione solo ad avere delle scarpe decenti e assolutamente non andare se c'è vento perché in quota è molto molto forte. Partenza da Filoti ovviamente.
  • Chiesa di Agios Ioannis: si parte sempre da Filoti. Per intenderci, è proprio quella chiesetta che vedi sul cucuzzolo della montagna quando sei a Filoti guardando dal lato di Chalkì. Volendo ci si può quasi arrivare in macchina, nonostante la strada sia sterrata, però la cosa bella secondo me è farsela tutta a piedi
  • L'anello che parte da Chalkì, si addentra per il villaggio ormai disabitato di Monitsia e poi gira per le campagne attorno. Questo sentiero è totalmente piatto e adatto davvero a chiunque. Di nuovo, occhio solo al sole perché è tutto esposto.

Soprattutto le prime due sono camminate con vista davvero esagerata e direi adatte più o meno a tutti quelli che non abbiano problemi di deambulazione. Goditele!

Le spiagge che ti consiglio a Naxos

Ora passiamo alle spiagge che ti consiglio personalmente: di nuovo, Naxos ha tutte le spiagge del lato ovest dell'isola che sono tremendamente belle, io qui però ti consiglio le chicche che, essendo lontane dalla Chora non sono mai battute, eccezion fatta per i locali che se ne intendono.

Panormos

La numero uno di Naxos.

Preparati perché per arrivarci dalla Chora avrai un'ora e mezza di macchina tenendo un buon ritmo. Dovrai andare fino ad Apeiranthos, scendere a Moutsouna e poi dirigerti verso sud lungo il litorale.

Quando finisce la strada, c'è un pezzo di sterrato a piedi che ti porta alle palme in riva alla spiaggia e un mare che non ha eguali a Naxos.

Panormos è l'epitome della calma.

Se te lo stavi chiedendo, c'è un beach bar dove potrai trovare ristoro. Qui, manco a dirlo, ci vieni per passare tutta la giornata.

Per strada, volendo, c'è anche Psili Ammos che non è affatto brutta come spiaggia. Resta poco prima di Panormos, però è meglio se ci vai prima, perché dopo aver visto Panormos, ogni spiaggia ti sembrerà peggio.

Panermos

Agiassos

Agiassos è la più grezza di tutte le spiagge, l'ultima del lato sud dell'isola e proprio per questo la meno battuta, oltre che la meno abitata.

Per arrivare qui manco c'è la strada asfaltata, nonostante la strada sterrata del litorale sia tenuta egregiamente.

Agiassos è il blu più profondo di Naxos.

Ovviamente non è attrezzata, ma merita eccome.

Dove mangiare a Naxos

Proprio perché Naxos è enorme, bisogna davvero conoscere i posti giusti che consigliano i locali.

Per questo ho dedicato una pagina separata soltanto alle taverne e ai ristoranti di Naxos che riflettono l'esperienza naxiota più forte.

Dove ti consiglio di dormire a Naxos

Per quanto la domanda del dove dormire possa sembrare quasi stupida, non lo è affatto a Naxos.

Come sempre, dipende da che vacanza farai e in base a quello, io ho due alternative per te:

  • Chora nel caso in cui tu voglia goderti un mix di spiagge ma anche esplorare il lato vero di Naxos, quello centrale, e magari qualche scappatella verso il lato est. Tutto sarà abbastanza distante perché Chora è al vertice nord ovest di Naxos, ma ti ripagherà la sera con la sua vita e i tramonti alla Portarà
  • Chalkio - Filoti saranno invece due paesi quasi morti la sera, a parte le taverne, però saranno un'ottima base se vuoi visitare la vera Naxos, quella del litorale est. Stare in uno di questi due villaggi significa togliere mezz'ora a ogni esplorazione che farai, il che non è poco.

Cosa ti consiglio io? Un mix di entrambi. Magari qualche giorno a Chora e qualche giorno a Filoti per poter vedere agevolmente tutta la parte nord ed est dell'isola.

Quanto stare a Naxos

Ovvero la domanda da un milione di dollari.

La risposta è il più possibile.

Scherzi a parte, io ti consiglierei almeno una settimana perché altrimenti non riuscirai a fare molto.

Le distanze a Naxos sono importanti, quindi non sottovalutarle. Se vai solo per farti mare, allora nella decina di chilometri di costa ovest dalla Chora trovi praticamente tutto.

Però è un po' un'esperienza vuota perché vedi solo la vetrina dell'isola. Quello che merita davvero di essere visto non è in bella mostra e richiede spostamenti.

La verità è che Naxos dovrai vederla a più riprese, perché c'è davvero troppo da esperire.

Quando andare a Naxos

Come ti accennavo sopra quando parlavo di Kastraki e la cerimonia del Venerdì Santo, il periodo aureo per vedere Naxos è secondo me in primavera, quando è tutto verde.

Ciò detto, Naxos è bella tutto l'anno e, pur facendo un caldo africano d'estate, è un'isola fattibile perché pronta per il turismo.

Ovvio, se ti piace camminare, allora lascia perdere luglio e agosto, ma questo vale un po' per tutte le isole. In piena estate fa davvero sempre troppo caldo per fare attività all'aperto.

Venire in bassa stagione a Naxos è la vera gemma. Naxos è un'isola che vive tutto l'anno perché la comunità locale è molto grande.

Certo, non troverai ombrelloni su ogni spiaggia, ma tutti i migliori ristoranti saranno sempre aperti e non ci sarà tutto il rumore dei turisti di massa.

E tutto questo sai cosa significa: avrai una ghiotta opportunità di parlare coi locali e conoscere davvero cos'è Naxos.

Cosa non ti consiglio di fare a Naxos

Per chiudere, volevo darti giusto due consigli di massima su cosa non fare a Naxos.

Io non ho trovato niente (per ora) sull'isola da consigliare di stare alla larga. Naxos è molto bella, accogliente, è un po' come la mamma delle Cicladi.

Proprio per questo motivo, l'unica cosa che mi sento di sconsigliarti è di fare gite in giornata alle isole adiacenti.

Perché se hai del tempo da spendere, allora vacci e dedicagli il tempo che si meritano. Ma se hai deciso di conoscere Naxos, allora dedicale davvero la tua attenzione.

Sarebbe un po' come andare via per un weekend con degli amici, salvo poi staccarsi per un giorno intero per andare da qualche parte da solo. Se hai deciso di dedicare del tempo a Naxos, onora la tua scelta perché da vedere qui ce n'è eccome.

 Naxos

⛴️ Come arrivare a Naxos
🐾 Come muoversi a Naxos
😋 Dove mangiare a Naxos
👀 I miei consigli per Naxos
🛏️ Dove dormire a Naxos
🏖️ Le spiagge di Naxos

Isole Cicladi

Andros, Tinos, Mykonos, Paros, Naxos, Donoussa, Koufonissi, Schinoussa, Amorgos, Iraklia, Anafi, Santorini, Thirasia, Ios, Sikinos, Folegandros, Antiparos, Milos, Kimolos, Sifnos, Serifos, Kythnos, Kea, Syros

Grecia

Cartina della Grecia, Isole Greche, Isole Ionie, Isole Cicladi, Dodecanneso, Nord est Egeo, Sporadi, Creta, Grecia Continentale, Peloponneso, Atene, Salonicco

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.