Lambades, i ceri pasquali greci - Grecia Vera

Lambades, i ceri pasquali greci

In Grecia, la Pasqua è l’apice dell’anno.

Ci sono poche tradizioni così strettamente connesse come quella delle λαμάδες (lambàdes, ovvero sia candele).

C’è ovviamente del simbolismo religioso dietro, ma soprattutto c’è anche una componente folkloristica che nel tempo si è sviluppata e che mantiene ancora viva questa tradizione, nonostante il legame con la chiesa ortodossa non sia più forte come un tempo.

Le candele si usano sia il venerdì santo per la processione dell’Epitaffio, sia la notte di Pasqua, anche se con alcune differenze.

Non importa dove tu ti troverai a sperimentare la Pasqua, queste tradizioni sono invariabili più o meno ovunque.

Indice

Le candele pasquali, le λαμπάδες

Iniziamo da una differenza non necessariamente banale: esistono due tipi di candele in Grecia, le λαμπάδες e le κανδίλια.

  • Le λαμπαδες sono i ceri che si accendono in chiesa appena si entra, sono quelle pasquali di cui ti parlo oggi, e sono anche quei ceri altissimi (di diverse dimensioni ma quasi fino a due metri) che talvolta vedi presso alcuni monasteri. Genericamente, le definirei come tutte quelle candele che sono usate dai fedeli durante le fiaccolate
  • Le κανδίλια, invece, sono sostanzialmente dei recipienti di olio, nel quale viene adagiato un galleggiante attraverso cui passa uno stoppino che piano piano brucia l’olio. Questo genere di candele viene utilizzato solo nelle chiese per ovvi motivi di scomodità nel portarsi in giro del materiale liquido e potenzialmente infiammabile 😅

Cosa simboleggiano le candele?

Come spesso succede per quasi tutte le tradizioni della Pasqua (come lo Tsougrisma, etc), anche il significato delle candele proviene ovviamente dall’ambito religioso e risale ai periodi protocristiani.

Le lambades più grosse in assoluto, quelle usate per chiedere la grazia

All’epoca, i nuovi Cristiani venivano infatti battezzati sia nel sabato santo sia nella domenica di Pasqua.

Quale momento migliore infatti per essere illuminati e iniziare simbolicamente una nuova vita se non quello della resurrezione di Cristo?

La candela è in qualche modo la luce che sconfigge le tenebre nel buio più profondo, ovvero metaforicamente il buio lasciato dalla morte di Gesù.

Senza andare troppo indietro nel tempo, anche io personalmente sono stato battezzato (sebbene col rito cattolico/latino) proprio la sera del Sabato Santo prima della Pasqua durante la veglia.

Dunque la candela pasquale diventa piano piano un simbolo di illuminazione e rinascita che viene usato nel periodo pasquale. Ma se ci hai mai fatto caso, sono di due generi diversi le candele che si usano per il venerdì santo e per la domenica, come mai?

Le candele del venerdì santo e quelle di Pasqua

Le croci fatte col fuoco delle λαμβαδες sull'uscio di casa la sera di Pasqua

Il venerdì santo alla processione dell’Epitaffio, nessuno si sognerebbe mai di andare con le candele bianche.

Solo candele marrone chiaro di cera d’api.

Questo è il colore che celebra la disperazione dei fedeli per la passione e per la morte di Cristo.

Invece la λαμπάδα che si accenderà a mezzanotte quando il pope distribuirà il fuoco sacro a tutti i fedeli da riportare nelle proprie case, quella sarà esclusivamente bianca.

Bianca a simboleggiare la purezza della fiamma che porta e anche per celebrare la gioia della resurrezione di Cristo.

E’ proprio questa candela peraltro che si usa per fare una o più croci sotto all’uscio di casa propria, in modo da portare la benedizione della fiamma di Cristo nella propria casa per il resto dell’anno.

La tradizione popolare delle candele

Al di là delle tradizioni religiose e di cosa significano, ancora oggi non c’è bambino che non si presenti alla messa di mezzanotte di Pasqua senza una λαμπάδα particolare e addobbata in modo curioso.

Tipicamente è sempre il padrino o la madrina a regalare le candele ai loro figliocci.

Le lambades per i bambini

Perché?

Proprio per quello che dicevamo sopra: storicamente a Pasqua si battezzavano i “nuovi” Cristiani e proprio per questo motivo, ancora oggi sta proprio ai padrini e alle madrine regalare le λαμπαδες.

Logicamente questa tradizione ha preso la strada più “commerciale” della personalizzazione secondo i gusti dei bambini ed è peraltro un business molto forte in Grecia. Moltissimi negozi hanno le λαμπάδες come articolo di vendita nel periodo Pasquale proprio per questo motivo.

In tempi meno recenti, anche il vestito che si utilizzava per andare in chiesa la sera era quello regalato dalla madrina o padrino di turno, non solo la candela. Ora quest’ultima tradizione è meno in voga ma da qualche parte continua a persistere.

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.