Cartes Postales from Greece - Victoria Hislop - Grecia Vera

Cartes Postales from Greece - Victoria Hislop

Cartes Postales from Greece è l'ennesimo dei libri della mitica Victoria Hislop che ho letto da quando l'ho scoperta come autrice che racconta (quasi) di Grecia.

Questo è un libro un po' sui generis, ovvero non è composto di una sola storia che ti accompagna dall'inizio alla fine, ma ha comunque il suo perché.

Ma non andiamo troppo veloce.

Indice

I romanzi di Victoria Hislop

Se ti piace il genere che scrive la Hislop, ovvero quello del romanzo storico, allora probabilmente ci sono altri suoi titoli che ti interessano e di cui ho già scritto una opinione (senza spoiler ovviamente):

A parte L'Isola, tutti gli altri libri per ora li ho letti in lingua originale un po' perché quando li ho acquistati non ero fisicamente in Italia, ma soprattutto perché in italiano tendono a tradurre soltanto quelli di maggiore successo e sicuramente dopo qualche anno di test sui mercati internazionali.

Il che personalmente non mi disturba affatto anche perché credo che leggere nella lingua originale in cui sono stati scritti eviti il rischio di errori di traduzione. E non perché non mi fido dei traduttori, anzi. Il problema è che a volte sono proprio i concetti dietro ad alcune parole che sono intraducibili, quindi preferisco prenderli alla fonte dallo scrittore anziché aggiungere ulteriore mediazione.

Quindi tutto quello che ti racconto a proposito di Cartes Postales from Greece si riferisce alla version inglese (anche perché quella in italiano ancora non esiste, almeno al momento in cui scrivo).

Bando alle ciance, cominciamo.

Un libro estivo e leggero

Cartes Postales è un libro da leggere sotto l'ombrellone.

Questo non significa affatto che sia un brutto libro, anzi. Semplicemente non è un libro di uno spessore tale da necessitare momenti di concentrazione particolare per la lettura.

Senza fare alcuno spoiler, è sostanzialmente la storia di un viaggio attraverso la Grecia, per lo più continentale (dio sia lodato almeno per una volta poche isole), raccontata tramite le storie che il protagonista scopre man mano che viaggia.

Chi voglia muovere una critica particolarmente negativa potrebbe dire che sono sostanzialmente un'accozzaglia di episodi slegati da loro, tenuti insieme da una storiella un po' debole.

Cartes Postales from Greece - copertina

E probabilmente non avrebbe torto.

Il punto è che la cosa non è minimamente importante, almeno per me.

Non faccio il critico letterario, bensì leggo a proposito di Grecia perché gioco l'infinite game della scoperta della cultura ellenica.

In questa lente, che la storia funzioni o meno importa fino a un certo punto.

La cosa fondamentale è che il libro mi consenta di esplorare (metaforicamente parlando, va da se) un luogo dove ancora non sono mai stato.

Oppure che mi faccia viaggiare con la mente verso racconti che mi faranno comprendere meglio la micro-cultura locale.

E in tutto questo, Cartes Postales from Greece è totalmente spot on.

Tutte le storie che si leggono sono legate a tradizioni ultra locali di posti come Preveza, Messolonghi, Patrasso, Meteora, e altri ancora che non sempre fanno parte delle mete del turismo di massa e proprio per questo meritano di essere conosciute meglio.

Non hai idea di quante nuove stelline io abbia messo sulla mia carta di Google Maps man mano che leggevo Cartes Postales from Greece.

Si, perché io sono di quelli che si segna i posti da vedere man mano che li scopre durante l'anno.

Non voglio rischiare di dimenticarmeli e quindi me li segno.

Ma torniamo a noi e alla cara Victoria Hislop.

Lo stile

Cartes Postales è un libro che si legge molto velocemente anche perché è diviso in questi piccoli capitoletti, ciascuno narrante la propria storia autocontenuta.

Non hai praticamente mai bisogno di ricordarti dove eri arrivato la volta prima perché tutti i racconti sono sconnessi tra loro, a parte ovviamente la struttura portante, che però è talmente semplice da essere quasi banale.

L'intero libro ruota attorno al concetto del γνωθί σ'αυτόν (conosci te stesso) ed è forse il messaggio più importante che ti puoi portare via dalla questa lettura veloce.

Personalmente, questa è una cosa che mi tocca particolarmente perché in questo momento storico quasi post-pandemico sto facendo il punto della situazione della mia vita.

Però credo che sia una riflessione che tutti dobbiamo a noi stessi ogni tanto.

Chiudo questa piccola recensione di Cartes Postales from Greece della grandissima Victoria Hislop con una delle frasi che più mi ha fatto riflettere di tutto il libro.

E incidentalmente, non ha alcunché a che vedere né con la Grecia né con la storia che il libro racconta.

"Talvolta conosci già dove vuoi vivere. E' il posto che ti rende davvero felice. Anche se solo una volta al giorno, per qualche momento. Se vale vivere la vita per quei momenti, allora sai di avere qualcosa. E qui è dove voglio vivere."

"Sometimes you just know where you want to be. It's the place where you are really happy. Even if it's once a day, for a few moments. If life is worth living for those moments, then you have something. And here is where I want to be."

(traduzione mia abbastanza libera, per quello ho lasciato anche la versione originale)

Conclusione

Se stai cercando una lettura leggera e che ti consenta di capire qualcosa di più di Grecia autentica, allora ti consiglio assolutamente di leggere Cartes Postal.

Se invece cerchi qualcosa di più impegnativo, anche dal punto di vista romanzesco, allora lascia perdere, questo non è assolutamente il libro che fa per te.

Caso mai ti interessasse leggere altro riguardo alla Grecia, ho una pagina intera dedicata ai titoli che ti suggerisco personalmente con tanto di recensione/opinione personale.

Dopo aver letto (e speso) un botto a proposito di Grecia, ho una visione sufficientemente ampia da suggerirti quello che potrebbe piacerti in base ai tuoi gusti 😉

Kart Postal, la serie di ERT

La serie televisiva

Proprio in queste settimane su Ertflix è stata rilasciata la serie ispirata a Cartes Postales from Greece che ovviamente non ricalca il libro nella sua totalità, però molti episodi sono quelli a cui vengono dedicate le puntate. E’ una serie carina a mio modo di vedere, ovviamente solo in greco, ma tutto sommato non un greco difficile (pur essendo ambientata a Creta). Io che all'epoca avevo solo un A2 di greco (e avendo letto il libro) sono riuscito a seguirla senza troppi problemi, alla fine basta capire il senso, non tutte le parole!

Dettagli del libro:

  • Autore: Victoria Hislop
  • Titolo: Cartes Postales from Greece
  • Anno di edizione: 2016
  • Editore: Headline Review
Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.