Perché in Grecia non si può buttare la carta igenica nel WC? - Grecia Vera

Perché in Grecia non si può buttare la carta igenica nel WC?

Carta igienica nei WC greci, uno di quei quesiti che ti chiedi ogni volta che torni in Grecia.

Ma che soprattutto ti chiedi la prima volta che ci vieni.

Ma perché non posso buttare la carta igienica nel WC come faccio dappertutto?

Ecco oggi risponderemo a questa spinosa domanda che ci siamo fatti tutti almeno una volta.

La risposta non è così scontata in realtà.

Indice

Il Problema delle tubature in Grecia

La ragione principale per cui in Grecia si evita di buttare la carta igienica nel WC risiede nelle caratteristiche del sistema fognario, particolarmente nei centri urbani e nelle aree con edifici più antichi.

Ma in verità sulle isole non è che la cosa sia poi così differente.

Le tubature fognarie in Grecia sono spesso più strette rispetto a quelle utilizzate in altri paesi occidentali.  Tipicamente in passato si sono usati tubi di 50mm invece che di 100mm.

Ecco la radice del problema.

Questo è particolarmente vero per gli edifici costruiti prima degli anni '70, ma il problema persiste anche in molte costruzioni più recenti, semplicemente perché tutte si devono adattare alla rete fognaria esistente 😅

Carta igienica, no grazie

Un mito comune è che la carta igienica si dissolva facilmente nell'acqua.

Ecco, non esattamente.

C'è del vero ma non sparisce immediatamente appena tiriamo lo scarico.

Anche la carta igienica appositamente progettata per essere biodegradabile può richiedere parecchie ore per dissolversi completamente.

Dunque in Grecia, la pratica di gettare la carta igienica nel WC può portare a blocchi significativi nelle tubature, causando gravi problemi di intasamento.

E ti lascio immaginare la bellezza di quello che potrebbe sgorgare dal bagno di casa.

Prevenire è meglio che curare

Per evitare questi problemi, è comune trovare nei bagni greci dei cestini appositi per la carta igienica.

Cosa che peraltro troverai anche a casa di qualunque greco. 

E' un po' come il bidet per noi: non esiste una casa che non ce l'abbia in Italia.

Questa soluzione, sebbene possa sembrare poco igienica o antiquata per chi viene da altri paesi, è essenziale per mantenere il sistema fognario funzionante correttamente.

E in realtà ci si fa l'abitudine davvero in fretta.

Anche se le nuove costruzioni possono avere tubature più ampie, la pratica di utilizzare i cestini per la carta igienica è rimasta per abitudine e per prevenire eventuali rischi.

Confronto con Altri Paesi

In molti paesi occidentali, come gli Stati Uniti o la maggior parte dei paesi europei, le tubature sono progettate per gestire il carico aggiuntivo della carta igienica e di altri rifiuti minori.

Tuttavia, anche in questi luoghi, si consiglia di non gettare nel WC oggetti come salviette umidificate, tamponi, e materiali simili che possono comunque causare blocchi importanti nelle reti fognarie.

Semplicemente perché ci vuole un sacco di tempo prima che si "sciolgano".

Peraltro se vai a Cipro, troverai la stessa cosa 😅

Soluzioni e innovazioni

Per affrontare questo problema, ci sono stati tentativi di migliorare le infrastrutture, specialmente nelle aree turistiche più frequentate.

Alcuni alberghi e ristoranti di nuova costruzione hanno installato sistemi fognari più robusti per permettere l'eliminazione sicura della carta igienica.

Non è infrequente nel centro di Atene trovare alberghi che non espongono più quei cartelli.

Però non è la norma. E non lo sarà mai forse.

Conclusione

In conclusione, se ti trovi in Grecia, è fondamentale rispettare questa pratica per evitare disagi non solo a te stesso, ma anche alla comunità locale.

E' un segno di rispetto verso i locali osservare alla lettera questo dettaglio, che peraltro richiede davvero poco sforzo.

Adattarsi a queste usanze ti permetterà di goderti il tuo soggiorno senza problemi e di rispettare le abitudini locali.

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.